DOPO IL PARTO PRENDITI CURA (ANCHE ) DI TE!

Fare attività fisica sia prima  che dopo il parto è molto importante perché rigeneriamo la nostra psciche, ci teniamo in forma non accumulando chili di troppo, diminuiamo il rischio di incorrere nel diabete gestazionale e permettiamo al nostro bambino di ricevere sangue più ricco di ossigeno e nutrienti. Ma conosciamo quali esercizi fare senza affaticare troppo il nostro corpo?

Io fortunatamente ho avuto una gravidanza senza problemi quindi ho potuto fare lunghe passeggiate, nuoto, e in particolare pilates, attività che mi hanno aiutato a non avere lombalgie e caviglie gonfie, e a gestire al meglio la respirazione durante il parto.

Ho ripreso a fare pilates a una settimana di distanza dalla nascita del mio piccolo Lorenzo  perché  ho bisogno di muovermi, di sprigionare endorfine per dedicarmi con tanta energia al mio piccolo. Il pilates è un metodo che anche nel post parto mi sta regalando tante soddisfazioni, perché mi aiuta a rinforzare il  perineo, a riallineare tutta la zona lombare e dorsale e devo dire  anche per dedicare  1h di tempo solo a me stessa!

Quindi è sulla base di questa esperienza personale che incoraggio  tutte le future e neo mamme a dedicare tempo al movimento se non si hanno complicazioni, bastano piccoli e semplici esercizi per farvi sentire meglio e non hanno controindicazioni anche nel caso di allattamento al seno. Se siete delle mamme runners come me, lo so che la voglia di correre è tanta, ma non rincominciate subito senza aver fatto questo tipo di lavoro di rinforzo perineale per almeno due mesi continui e un piano di recupero di forza funzionale  alla corsa come squat, piegamenti sulle braccia, addominali e rinforzo delle caviglie, per almeno un altro mese.  Fatto questo siete pronte per rimettervi le scarpe ai piedi e darvi un’ obbiettivo!

Il mio? Ve lo svelerò tra tre mesi!

 

    I MOVE ME!!!

 

 

 

Annunci

Dormire bene per correre più veloce!

Molti Runner  sottovalutano l’importanza del sonno per ottenere una  performance migliore.

E’ stato visto attraverso numerosi  studi scientifici che un sonno efficiente è la chiave per un recupero ottimale  per raggiungere la massima prestazione.

Noi runner sfruttiamo il nostro corpo al 100% ,  dalle gare veloci in pista passando per le  maratone, trail e ultra trail, ci focalizziamo sulla scarpa giusta, l’abbigliamento più adatto a tutte le condizioni atmosferiche,l’alimentazione e l’integrazione ma a volte sottovalutiamo che tutti questi aspetti si sono importanti ma se non ci uniamo a questo un giusto recupero ottimale, un sonno profondo e una continuità non riusciamo a rendere quello che vogliamo.

Quante volte ci alziamo dal letto la mattina doloranti per non aver recuperato l’allenamento del giorno prima  e poco riposati?

Bhe,

Dormire bene è importante perché è proprio durante il sonno che avvengono tutti i processi fisiologici che consentono al nostro organismo di recuperare le energie fisiche e nervose spese durante l’allenamento e quindi di riprodurne altre. Quante ore? Non ci sono delle ore prestabilite, variano da soggetto a soggetto ma dalle 6 alle 8-9 ore si ha un buon recupero naturalmente se si dorme su un materasso che consente una buona continuità e profondità del sonno.

Volete un consiglio?

Io sono ormai tre mesi che sto provando il materasso DorelanReactive creato appositamente per noi sportivi vi assicuro che vi renderete subito conto la mattina appena alzati della differenza!

 

 

 

 

 

 

 

TRAIL RUNNING

Vi siete mai chiesti da dove proviene la parola “Trail” ?

Imparare a correre aumentando benessere e prestazione fisica, sfidare i propri limiti a pieno contatto con la Natura. Questo e molto altro è TRAIL!

Il termine Trail proviene dalla lingua inglese con il significato di traccia o sentiero, indica una corsa a piedi su percorsi di vario genere, infatti in una competizione di trail running possiamo trovarci davanti un sentiero roccioso, un sentiero di un bosco, largo o un single track,  strade sterrate.

Le gare inferiori  42km sono definite TRAIL e sono caratterizzate in genere da dislivelli che si aggirano sui 3000 metri (positivi e negativi) sono invece chiamate Ultra o Ultra-trail tutte quelle superiori a 42km con un dislivello che si aggira intorno ai 4000 metri (positivi e negativi).

Quindi come dobbiamo muoverci per approcciare a questa meravigliosa disciplina che ci permette di immergerci nella natura allontanandoci dallo smog e dai rumori della città?

Quali sono le parti del corpo da dover allenare per evitare infortuni?

Qual’è la tecnica giusta per affrontare salite e discese importanti?

Questo e molto altro lo scopriremo  DOMENICA 9 OTTOBRE al TRAIL EXPERIENCE MONTE CONERO

un workshop per approfondire la tecnica di corsa per aspiranti trailers con RICCARDO MARINI fondatore di Total Training. (http://www.thetotaltraining.com/)

Il programma completo lo potete trovare al link : http://bit.ly/2dNclUv

 per info e iscrizioni donata.piangerelli@gmail.com

fonte foto : http://: http://bit.ly/2cv6IxD

Siamo certi che durante l’attività fisica ci alimentiamo in maniera corretta?

Sono certa che svolgere quotidianamente un’attività fisica mantiene il nostro organismo attivo e in salute per lungo tempo.

Quando parliamo di Benessere lo guardiamo con un’ottica a 360°?

Per me Benessere racchiude tanti sotto gruppi, che se lo scomponiamo e lo analizziamo  troveremo nuovi mondi su cui immergerci.

Questa volta andiamo a vedere il tema Alimentare.

Credo che una corretta alimentazione ci permetta di sentirci in salute e quindi svolgere un’ attività fisica con la giusta energia.

Ma noi ci alimentiamo in modo corretto durante una semplice corsa? Ci chiediamo quando, quanto e come mangiare e bere?

In tanti parlano di integrazione, ma noi sappiamo il perchè e quale prendere?

Toglieremo tutti questi dubbi e tanti altri, potrete fare domande e vedere casi scientifici studiati e analizzati.

WORKSHOP GRATUITO

LA GIUSTA ALIMENTAZIONE PER CHI PRATICA SPORT

( Running – Trail – Sport di Endurance)

VENERDI 20 MAGGIO 2016 ORE 18.00
presso il porto turistico di Marina Dorica
(sede SEF STAMURA)
1

Relatrice del seminario:

Dott.ssa Claudia Venturini ( MD – PhD)

Medico chirurgo, specialista in Scienza dell’ Alimentazione (medicina clinica)

Dottorato di ricerca in Obesità e Patologie correlate

Coordinatore regionale AMPAS

Dirigente Medico U. O. S. D. NUTRIZIONE CLINICA, Centro di riferimento Regionale per la Nutrizione Artificiale Domiciliare

INRCA – IRCCS Ancona

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA PRESSO LA SEGUENTE EMAIL :  atletica@sefstamura.it